(+39) 0575 314289
info@paneplusdays.it

Il professor Mearini e la lotta agli infestanti nel frumento: “Tanti spunti nel corso di CEDIT”

 06/08/21
 Francesca Masselli

Per gli agricoltori, è un problema con cui convivere ogni anno e da gestire nel migliore dei modi, così da evitare ripercussioni eccessive su qualità e quantità dei raccolti. Il riferimento è alle piante infestanti, che minano le coltivazioni e che diventano sempre più difficili da eliminare perché sviluppano resistenze ai vari prodotti (gli erbicidi) attualmente in commercio. Ma gli agricoltori – grazie all’ausilio di tecnici specializzati – hanno ancora molte frecce al loro arco. Per conoscerle meglio l’agenzia formativa Cedit ha organizzato un corso online – che avrà inizio a settembre – focalizzato sulle “Nuove strategie di gestione delle infestanti del frumento per un basso impatto ambientale: nuove molecole e tecniche”. Il corso è promosso nell’ambito del all’interno del Progetto finanziato sul Bando PS-GO “Pane Plus Days – Le metodologie agronomiche e tecnologiche atte ad incrementare la “shelf life del Pane Toscano DOP” . Sedici ore di lezione divise su quattro incontri, guidati dal professor Marco Mearini, docente di materie agronomiche ed enologia presso l’Istituto Superiore Angelo Vegni di Cortona. E’ proprio Mearini – che si occupa quotidianamente di assistenza tecnica agli agricoltori – a spiegare l’utilità di un corso del genere.

Professore, di cosa tratta questo corso?

Si occuperà della gestione delle infestanti per quanto riguarda la coltura del frumento; si parla di gestione, perché è un insieme di cose di cui occuparsi. Sempre più nella nostra Regione – date le successioni molto strette, come grano su grano o colture “sfruttatrici” – accade che la flora infestante diventi sempre più difficile da gestire. Questo anche perché andiamo incontro a periodi di lunghe piogge, dove è impossibile entrare al momento giusto nei terreni per controllare; poi abbiamo piante che sviluppano sistemi di resistenza, come i loietti del grano o alcuni papaveri, che non si prestano al solito erbicida che magari ho utilizzato per 10 anni. Nel biologico è poi particolarmente complicato perché molti prodotti non si possono usare.

Quanto influisce la presenza di infestanti su qualità e quantità del raccolto?

Sia nel biologico che nel convenzionale le infestanti impattano negativamente sulla resa perché si vanno a creare dei sistemi di competizione tra la pianta coltivata (il frumento) e l’infestante; addirittura si va incontro ad un microclima di umidità creato dalle piante infestanti che causa a quelle coltivate maggiori patologie di origine funginea. E poi nel momento della raccolta questa massa in eccesso, che spesso ha un tempo di maturazione diverso rispetto al coltivato, fa sì che quando si fa la trebbiatura ci sia una componente verde presente che causa problemi di conservazione alla granella del frumento.

Nel biologico quali tecniche si usano?

L’avvento di così estese coltivazioni bio ci ha fatto riscoprire i pregi dell’agronomia: fare giuste successioni, quindi far seguire il grano da una coltura miglioratrice come il favino o una sarchiata come il girasole; abbiamo anche riscoperto la pratica dell’aratura, che riossigena il terreno e favorisce la degradazione della sostanza organica. C’è poi l’apporto che possono dare le macchine: gli erpici strigliatori vanno usati nel momento opportuno anche nella coltura bio.

Questo è il presente: il futuro di questa battaglia cosa prevede?

Lo stiamo costruendo, ci sono tanti spunti da coltivare. Parlando della parte biologica, usare macchinari sempre più precisi e performanti; per chi coltiva convenzionalmente, invece, a mio avviso la visione attuale sarà stravolta. In primis l’Unione Europea sta costantemente togliendo dal mercato gli erbicidi dalla classificazione tossicologica più importante, quindi ci rimangono meno armi da usare. Senza contare che alcune molecole vanno incontro ad un fenomeno di resistenza; per questo siamo tornati ad utilizzare erbicidi impiegati in passato, perché “dimenticati” dalle infestanti. In questo corso ci saranno esperti che stanno seguendo nuove strategie di diserbo: addirittura abbiamo in embrione un test rapido da effettuare sulla foglia per determinare se quell’infestante è resistente a quell’erbicida o meno. Questo sarà un grande vantaggio economico per l’agricoltore che spende per curare le proprie coltivazioni.

Una sorta di “tampone rapido” per le infestanti?

Sì. E penso che sarà uno degli aspetti più “curiosi” del corso che andremo ad affrontare. Ma non finisce qui: discuteremo anche dell’impiego di sostanze naturali, come i biostimolanti o gli induttori di resistenza per combattere le malattie del grano.

Si capisce che dietro alla pasta e al pane c’è un mondo complesso e affascinante…

La coltivazione del grano fa parte della nostra storia, se non ci fosse la coltura del grano molti terreni sarebbero abbandonati. Ci sta a cuore che questa tradizione continui nella nostra Regione e che sia sostenibile per l’ambiente, sana per il consumatore e remunerativa per gli agricoltori.

 

ARTICOLI RECENTI
PROVE DI CONSERVABILITÀ DEL PANE TOSCANO DOP
CONVEGNO FINALE PANE+DAYS
FINAL CONFERENCE PANE+DAYS
Isabella Taglieri: “Nel Pane Toscano DOP trovano sintesi tradizione e innovazione”
Scambio di esperienze fra le filiere delle DOP italiane del pane
Exchange of experiences between the Italian PDO bread chains
Final Conference Pane+Days 18 marzo 2022
Convegno finale Pane+Days 18 marzo 2022
Workshop "Techniques and notions for the preparation of Tuscan PDO Bread"
Workshop “Tecniche e nozioni per la preparazione del Pane Toscano DOP”
Second edition of the online course "New wheat weed management strategies for low environmental impact: new molecules and techniques"
Seconda edizione del corso online “Nuove strategie di gestione delle infestanti del frumento per un basso impatto ambientale: nuove molecole e tecniche”
Marco Mancini: “Il cambiamento climatico stressa le piante. Ne parliamo nel nostro corso”
Course "New management strategies of organic matter as an element of soil fertility and contrasting climate change"
Corso “Nuove strategie di gestione della sostanza organica quale elemento di fertilità del terreno e contrasto dei cambiamenti climatici”
Corso di formazione gratuito sulle nuove strategie di gestione delle infestanti del frumento per un basso impatto ambientale
Il professor Mearini e la lotta agli infestanti nel frumento: “Tanti spunti nel corso di CEDIT”
THE COURSE ON WHEAT CULTIVATION WITH PRECISION AGRICULTURE TECHNIQUES BEGINS
NEW TRAINING ONLINE COURSE!
NUOVO CORSO DI FORMAZIONE ONLINE!
CONFERENCE "CEREALI E SALUTE"
PROVE DI CONSERVABILITÀ DEL PANE TOSCANO DOP
CORSO SULLA COLTIVAZIONE DEL FRUMENTO CON TECNICHE DI PRECISIONE: II APPUNTAMENTO
AL VIA IL CORSO SULLA COLTIVAZIONE DEL GRANO CON TECNICHE DI PRECISIONE!
Marco Napoli: “Ecco come la tecnologia può aiutare gli imprenditori in agricoltura”
WEBINAR COLTIVAZIONE DEL FRUMENTO CON TECNICHE DI AGRICOLTURA DI PRECISIONE
Workshop on line - Le Indicazioni Geografiche strumento di sviluppo del territorio: buone prassi di gestione sostenibile delle filiere
CORSO “COLTIVAZIONE DEL FRUMENTO CON TECNICHE DI AGRICOLTURA DI PRECISIONE”
“Pane + Days GO”, Gianpaolo Andrich: «Obiettivo limitare l’evaporazione dell’acqua dal pane»
CONVEGNO "CEREALI E SALUTE"
PANE+DAYS ALL'EVENTO AGRIFOOD NEXT
PRESENTATION OF THE PANE+ DAYS PROJECT AT THE BREAD FESTIVAL!
PRESENTAZIONE DEL PROGETTO PANE+DAYS ALLA FESTA DEL PANE!
MEETING AT THE SAVINI BAKERY TO PROMOTE THE PANE + DAYS PROJECT!
INCONTRO AL PANIFICIO SAVINI PER PROMUOVERE IL PROGETTO PANE+DAYS!
AL SEMINARIO “ESPORTIAMO” PRESENTE ANCHE IL CONSORZIO PANE TOSCANO DOP!
AL VIA IL PROGETTO PANE+DAYS!
PRESENTAZIONE PROGETTO PANE+ DAYS ALLA SETTIMANA DELL'INNOVAZIONE NELLO SVILUPPO RURALE!

Archivi

Calendario

Maggio 2022
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Progetto

Privacy & Cookie Law

Privacy PolicyCookie Policy

Segui il progetto

Intervento realizzato con il cofinanziamento FEASR del Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Toscana sottomisura 1.2 “Sostegno alle attività di dimostrazione e azioni di informazione”
PROGETTO PANE+DAYS 2019-2022 | CONSORZIO PROMOZIONE E TUTELA PANE TOSCANO A LIEV. NATURALE SCC | Via Tiziano, 32 - 52100 Arezzo | P.Iva 01789110515
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram